AUTUNNO

DSC_1403 logo

La luce del sole cambia ed inizia a diventare dorata, così lentamente ecco che si avvicina l’autunno, portando con sè un’aria dolce e frizzantina. I passi sono accompagnati dallo scricchiolio delle foglie sotto le scarpe, un rumore piacevole che riporta improvvisamente indietro negli anni, a quei primi giorni di scuola quando salutare l’estate era ancora più difficile di ora. Se però da un lato vi è un pizzico di malinconia, allo stesso tempo, si avverte forte una strana curiosità per le novità che si sentono nell’aria, si ridefiscono le buone intenzioni e ci si prepara a realizzare i progetti nati sotto il sole dell’estate.

Secondo la MTC, questa stagione è legata allo “giovane Yin“, un momento di transizione tra la forte energia Yang dell’estate e quella più introspettiva dell’inverno. Ecco perché sarebbe meglio (e in realtà questo ci viene abbastanza naturale) dedicare appunto più tempo a tutte quelle attività “Yin” o di relax come: riposare, indugiare leggendo, cucinare e godendersi il calore e l’intimità di casa. In base alle teoria wu-xing, l’organo relativo a questa stagione è il Polmone (e il viscere correlato l’Intestino Crasso), il sapore  è il piccante, mentre l’emozione che vi si associa è la tristezza o la malinconia. Dal punto di vista climatico, l’autunno tende ad apportare Secchezza, o meglio cambi repentini di temperature, che potenzialemente possono rappresentare un fattore dannoso per la salute, specialmente quella delle vie respiratorie.

Per la loro azione riscaldante, in questo periodo l’utilizzo delle spezie è dunque davvero utile, in particolare, zenzero, cardamomo e senape, e tra le erbe aromatiche, il timo e l’anice, che agiscono principalmente sul Polmone. E’ anche raccomandabile mangiare come sempre verdure di stagione, e in particolare quelle tipiche dell’autunno: carote, funghi, patate, cavoli, zucca e radicchio, di natura termica neutra ed utili a nutrire il Qi. Tra i cereali invece vi invitiamo a scegliere più spesso avena, kamut, farro e miglio ed abbinarli a legumi come lenticchie e fagioli bianchi. Per le loro proprietà emollienti, i latticini (in particolare latte e formaggi) rappresentano un buon rimedio in caso di tosse secca, specialmente se combinati con un po’ di miele o una buona manciata di mandorle. Infine potrebbe ancora capitarci di reperire alcuni deliziosi frutti della fine dell’estate come uva e fichi, mentre castagne e melograni arrivano a maturazione.

Se volete affrontare ancora meglio questo cambio di stagione, alcuni giorni di disintossicazione a base di frutta, cereali e verdure di sicuro apporteranno giovamento sia al corpo che allo spirito.

Quindi raccogliete le vostre forze e fate un respiro profondo, lasciando che l’energia ritorni in circolo e godetevi questa nuova stagione…riflettendo sul perché in inglese questa prenda il nome di Fall (caduta) …e perchè innamorarsi si dica proprio così… Falling in love.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *