Risotto al radicchio

[button link=”https://www.youtube.com/watch?v=KBGy0Q-UgHk” color=”blue”]Stiamo ascoltando: Daniele Silvestri-Monetine[/button]

Quando si parla di comfort food, il risotto non puo’ mancare. Prendete una di queste serate fredde d’inverno, scegliete gli ingredienti giusti e ricavatevi un po’ di tempo. Perché questo è tutto cio’ di cui il risotto ha davvero bisogno, a lui infatti non piace essere lasciato da solo, mai, ama essere coccolato e viene meglio se fatto per almeno due persone, quindi offre sempre l’occasione per una cenetta in compagnia.

Ora, fatta questa piccola ma doverosa premessa, scopriamo insieme quali e perche’ siano gli ingredienti richiesti.

Primo: il riso

Comprate il riso adatto, cioè un riso con una quantità elevata di amido al fine di ottenere la consistenza cremosa che contraddistingue il risotto. Scegliete quindi Carnaroli, Vialone nano o Arborio e ricordatevi sempre di farlo tostare in modo da che possa assorbire meglio il sapore e rimanere al dente dopo la cottura.

Secondo, scegliete a cosa volete accompagnarlo.

Qui abbiamo scelto il radicchio, vegetale tipico invernale, dal sapore deciso e amarognolo. Se possibile usate la varietà di Treviso che è generalmente più dolce (noi purtroppo non l’abbiamo trovata qui a Barcellona).

E infine, aprite una bottiglia di buon vino.

Come si dice, il riso nasce nell’acqua e muore nel vino! Sfumate il riso con un goccio di vino dopo averlo tostato, e versatevi un bicchiere per tenervi compagnia mentre mescolate il risotto.

Non dimenticatevi di finire con un pezzetto di burro. Aggiungetelo a cottura ultimata, con il fuoco spento perché il risotto deve assolutamente mantecare per poter essere poi servito all’onda.

Dopo tutti questi consigli pratici, non ci dilungheremo con l’analisi energetica di questo piatto, ma aggiungiamo solo che negli antichi precetti cinesi delle ricette medicate veniva sempre specificato che il cibo non andava “solo” mangiato, ma anche preparato al fine di regalare tutti i suoi benefici. Lo sappiamo bene che quando ci cuciniamo qualcosa di buono, con cura ed amore, ciò che nutriamo non è solo il nostro corpo ma anche e soprattutto il nostro spirito. E questo è più che abbastanza.

Dosi per 2 persone -Media difficoltà -Tempo di preparazione: 30 minuti

DSC_1616 copy

Ingredienti:

  • ½ radicchio rosso;
  • 800 ml di brodo vegetale;
  • 4 cucchiai di vino rosso;
  • 250 gr di riso per risotti (arborio);
  • 2 cucchiai di olio EVO;
  • 2 spicchi d’aglio (oppure una cipolla piccola o uno scalogno);
  • un pizzico di sale;
  • un pizzico di pepe.

Come fare:

  1. Lavate bene le foglie del radicchio, asciugatele e tagliatele a strisce non troppo grandi;
  2. portare ad ebollizione circa 800 ml di acqua e aggiungete un cubetto di dado vegetale (meglio se preparato in casa, o vegetali freschi). Lasciate la pentola con il brodo su un fuoco basso per mantenere il brodo caldo;
  3. soffriggete l’aglio (oppure la cipolla o lo scalogno tagliati a pezzetti) con un po’ di olio a fuoco medio alto;
  4. aggiungere il radicchio al soffritto e mescolate;
  5. aggiungere il riso e lasciatelo tostare per 3-4 minuti. Per mantenere i chicchi di riso intatti vi consigliamo di utilizzare un cucchiaio di legno per mescolare il risotto;
  6. alzate la fiamma, versate il vino rosso nella pentola e lasciate sfumare fino a quando il vino non sarà completamente evaporato;
  7. iniziate aggiungendo un paio di mestoli di brodo caldo e continuate a girare il riso. Lasciate assorbire completamente dal riso e solamente dopo aggiungete altro brodo. Questo passaggio e’ fondamentale per fare in modo che il riso rilasci il proprio amido e formi così la salsa cremosa tipica del risotto;
  8. dopo 12-13 minuti assaggiate il riso per controllare la cottura del riso. Il riso sarà cotto quando sarà al dente e ancora un po’ croccante. Se il riso non fosse ancora cotto, versate un altro mestolo di brodo e continuate a girare;
  9. aggiustate di sale e pepe, aggiungete una noce di burro e spegnete il fuoco. Mischiate e coprite con un coperchio o meglio un panno la pentola, lasciando mantecare per un paio di minuti.
  10. Spolverare con un po’ di parmigiano e servite immediatamente.
  1. DSC_1636 copy

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *