TO-FUN

tofu (2 of 3)

Se vuoi preparare un primo piatto vegetariano non hai che l’imbarazzo della scelta ma quando si arriva ai secondi allora il campo si restringe drasticamente e bisogna aguzzare l’ingegno. Non c’è da preoccuparsi però perchè con un pizzico di fantasia si possono trovare delle buone alternative ai classici piatti di pesce o carne. Oggi ve ne diamo una prova con questa ricettina estiva in cui rivalutiamo un alimento spesso bistrattato dai palati occidentali più tradizionalisti: il tofu.

Read More

Una storia di polpette

polpette2

Oggi vi chiediamo di mettervi comodi perché vi vogliamo raccontare una storia ambientata a Londra, che parla di ricette di famiglia della gioia di cucinare. Una storia che parla del nostro amore per cucinare ovunque.

E’ metà di un maggio bizzarro e freddo quando Anna decide di partire alla volta di Londra per andare a trovare Camilla: non si vedono da Natale. Camilla l’aspetta alla stazione della metro ad Highbury&Islington con la sua bicicletta gialla ed il suo sorriso grande: sono abbracci. Camminando attraverso un fiume di chiacchiere e dopo aver costeggiato il luna park arrivano ad una casa color panna, circondata da piante rampicanti e  custodita da un grosso gatto.

Dopo un impegnativo venerdì sera al pub, il sabato mattina si svegliano lentamente, assieme alla City che pure rallenta il ritmo e lascia che sprazzi di sole e raffiche di vento dal Nord riempiano il suo cielo.

Iniziano così i preparativi di quella che sarà una bella cena tra amici e, lista della spesa alla mano (+ svariati caffè in corpo), partono per il classico giro di ricognizione nei negozi del quartiere. La gente è cordiale e, nonostante molte cose siano diverse, Anna e Camilla sono felici di constatare come alcuni gesti e parole siano in realtà a loro famigliari qui come a Barcelona.  

Read More

The berry best dessert

berries2

La frutta ci piace tanto e come avrete di certo notato, anche i dessert ci piacciono parecchio. Per questo non possiamo far altro che condividere con voi la ricetta di uno dei dolci più veloci e buoni del mondo.

Se volete provarlo, vi consigliamo di affrettarvi perché questa è la stagione giusta per assaporare i frutti di bosco freschi. Procuratevi anche delle foglie di menta oppure una piantina che può sempre tornare utile in caso di emergenza mojito. Infine prima di tornare a casa, fermatevi a prendere anche della panna fresca, non quella spray per favore: abbiamo detto un dessert facile, non finto.

Read More

Oh la salad!

salad


Faces, oooh la la

https://www.youtube.com/watch?v=–HaFAtC17U

Oggi vi proponiamo la quintessenza culinaria della primavera: asparagi e uova. Non ci accontentiamo di proporli nella loro versione classica (seppur buonissima) ma li adagiamo su un letto di deliziosa valeriana e li condiamo con una salsa leggera a base di olio di oliva e limone, decorandola con delle rondelle sottili di ravanelli. Non paghe Anna (la nostra nutrizionista) vi spiega pure il perché questo piatto abbia un valore nutrizionale speciale e vi faccia molto bene. Cosa volete di più? Una canzone? Beh, vi offriamo pure quella.

Read More

Snack Art

bbread_oil_chocolate

Quella che vi stiamo per presentare è una vera delizia nata da un improvviso languorino pomeridiano che ci ha colto durante una bella (ed intensa) sessione di incuQIna. Come succede con le buone idee, anche le buone ricette arrivano così: spontaneamente e senza tanti preamboli ed oggi ve ne diamo un esempio.

Semplicemente, prendete del pane e tostatelo per qualche minuto, versatevi un filo di olio di oliva buono, aggiungetevi un pizzico di sale e appoggiate qualche scaglia di cioccolato fondente di buona qualità. Cosa vi viene in mente?

Read More

High five, buckwheat!

buckwheat_asparagus_salad (1 of 1)

Sappiamo tutti quanto una dieta sana e completa sia indispensabile per farci sentire bene ed in piena forma. Allora come facciamo a sapere se il piatto che ci stiamo preparando è bilanciato?

Oltre ad aver cura di inserire ingredienti di colori diversi , un altro criterio  per verificare la “bontà” in termini nutrizionali della nostra ricetta consiste nell’assicurarci la presenza di tutti e cinque i sapori. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese infatti ciascuno di essi (dolce, piccante, salato, acido ed amaro) svolge un’azione specifica sui differenti organi (rispettivamente Miliza, Polmone, Rene, Fegato e Cuore) e pertanto deve essere inserito nel piatto, ovviamente in proporzioni diversi a seconda dell’effetto desiderato. Semplificando possiamo dire che ciascun sapore in quantità moderata tonifica l’organo a cui si dirige mentre se è in eccesso lo lede (un piatto di riso, sapore dolce, tonifica Milza; un bombolone alla crema, dolce eccessivo, la lede).

Ma niente panico: non dovete essere dei super cultori della  MTC per applicare questa teoria e ve lo dimostriamo oggi grazie al buonissimo piatto che ha spontaneamente creato Camilla, seguendo il suo isitinto culinario e rispettando la stagionalità degli ingredienti.

Read More

Delle semplici scones per una pigra mattinata

20160220-_DSC0098

Ormai l’avete capito, è evidente, amiamo la prima colazione. Non solo perché è un vero toccasana per la salute (come ci ha già spiegato la nostra nutrizionista Anna), ma anche perché il cibo della colazione è semplicemente il migliore. Cosí anche se durante la settimana siamo più propense a scegliere il classico yogurt con muesli o il porridge, durante il weekend le nostre colazioni diventano più creative. Niente di troppo complicato però, ne’ di eccessivamente esotico. Oggi vi dimostriamo come in meno di mezzoretta potete preparare anche voi qualcosa di buono e “rincuorante”, che vi faccia alzare con il sorriso e recuperare energia dopo una bella serata trascorsa a far bisboccia, qualcosa che faccia partire queste preziose giornate libere con il piede giusto e con la giusta carica.

Un esempio perfetto di colazione da weekend sono gli scones, di cui qui vi proponiamo la ricetta della nostra amica Julie. Non conoscete gli scones? Assomigliano a dei biscotti soffici o dei panini dolci, appena sfornati si prestano con generosità per essere tagliati a metà e farciti con della marmellata di arance, e se vi sentite romantici, un po’ di burro. Accompagnati da un succo di frutta fresco e dal caffè d’ordinanza, si aggiudicano il titolo della nostra colazione preferita del sabato. Buon fine settimana.

Read More

Rituale mattutino #3: facciamo colazione!

20160410-_DSC0195

Con questo terzo (ed ultimo) rituale del mattino arricchiamo di colore il buon giorno e facciamo il pieno di vitalità perchè non c’è modo migliore di iniziare la giornata se non con una buona colazione. Dopo esserci idratati per bene e sgranchiti le ossa, rilassiamoci  un po’ e godiamoci quello che dovrebbe essere uno dei pasti più importanti della nostra giornata ma che purtroppo, spesso, trascuriamo con ripercussioni non solo sull’umore ma anche sul fisico. 

Al mattino infatti fare un bel pieno di zuccheri e carboidrati complessi è un modo molto utile per alzare i livelli di insulina e promuovere cosí indirettamente l’andamento circadiano del cortisolo, ormone prodotto dalle ghiandole surrenali con un picco naturale attorno alle 8-9. Quando siamo molto stressati, abbiamo ritmi di vita disordinati e saltiamo la colazione, questa ritmicità viene persa in quanto per rispondere allo stress le nostre ghiandole surrenali sono molto sollecitate ed iniziano a produrre cortisolo in maniera continua (flat), con conseguenze sull’assetto ormonale complessivo e nel lungo termine l’aumento di grasso a scapito della massa magra.

Read More

Rituale mattutino # 2: I 5 tibetani

20150609-2015-06-09 18.19.59

Ora che il rituale del mattino #1 è stato agevolmente incorporato nei vostri gesti quotidiani e fa già sentire i suoi benefici effetti, siamo pronte a svelarvi il passo successivo per proseguire sulla strada del buon giorno.

Ecco qui la lista degli ingredienti del rituale del mattino # 2:

  • una generosa manciata di spazio;
  • un tappetino;
  • un pizzico di pazienza.

Eh si, il secondo rituale che darà una svolta alle vostre giornate implica un piccolo sforzo fisico ma in cambio regala all’istante una potente carica (provare per credere).

Si tratta dei “Cinque tibetani”: cinque semplici esercizi da fare in successione che provengono dall’antica tradizione tibetana e che hanno l’effetto di smuovere l’energia di tutti i chakra e di provocare un’immediata sensazione di calore e di forza. I chakra sono i sette centri energetici del nostro corpo o “vortici”, campi elettrici con centro nelle sette ghiandole endocrine, che in un corpo sano ruotano a grande velocità.

Read More

Rituali del mattino primaverili. Cominciamo con Acqua e Limone

20160323-_DSC0139

La primavera è finalmente arrivata, deo gratia! Dopo il grigiume di questo lungo inverno, la nebbia ed il freddo che entra nelle ossa, ci possiamo finalmente scaldare ai raggi del primo timido sole primaverile.

L’anno scorso abbiamo accolto la bella stagione con un efficace programma disintossicante, ottimo per depurare il corpo ed alleggerire lo spirito. Quest’anno abbiamo deciso di celebrarla proponendovi una semplice serie di rituali mattutini, super-collaudati, che renderanno le vostre mattinate più luminose e le vostre giornate più belle.

Sappiamo infatti quanto questo periodo dell’anno possa essere pieno di “insidie” e come, nonostante la gioia dilagante che il bel tempo suscita, ci sentiamo in realtà più affatticati, soprattutto nelle prime ore del mattino, ed a volte inspiegabilmente giù di morale e con la luna storta. Se anche a voi queste sensazioni sono famigliari, non temete…e contate fino a tre. Tre infatti sono i semplici passi del buon giorno che vi faranno scrollare di dosso la stanchezza ed assaporare fino in fondo tutto il meglio che la primavera ha da offrirvi. E vi auguriamo che sia molto generosa con voi!

Rituale del mattino # 1

Lemon water

Il primo passo è facile come bere un bicchiere d’acqua…e limone!

Sembrerà banale, e probabilmente avrete sentito mille volte parlare dell’importanza di bere acqua e limone al mattino a digiuno. Oggi scopriamo le ragioni per cui questo vecchio rimedio che deriva dall’Ayurveda, una delle medicine più antiche dell’umanità, sia davvero così efficace.

  1. Dopo le lunghe ore di digiuno notturno, il corpo ha bisogno di idratazione. Siamo costituiti per più della metà del nostro peso da acqua e spesso non ne beviamo abbastanza. Da questa carenza derivano buona parte dei fastidi che lamentiamo in primavera (momento dell’anno in cui si percepiscono più nettamente a causa dell’aumentare della temperatura). Iniziare la giornata con 1-2 bicchieri ci ricorda di ascoltare i segnali che ci lancia il nostro corpo e ci aiuta ad interpretarli nel modo giusto: spesso il segnale della sete viene malinterpretato e confuso con quello della fame.
  2. Aggiungere il succo di mezzo limone fresco ha un effetto leggermente alcalinizzante sui tessuti, nonostante il suo sapore sia acido. Al mattino si raccomanda di assumere cibi a PRAL negativo (Potential Renal Acid Load), come la frutta, al fine di ridurre l’acidosi metabolica e di evitare la perdita di massa magra.
  3. La temperatura dell’acqua è molto importante e vi raccomandiamo di non berla mai fredda, in quanto lo stomaco è particolarmente sensibile in queste ore del mattino. Scaldandola un po’ avrà anche un piccolo effetto sull’intestino, che se è pigro vi ringrazierà.
  4. Il succo di limone per la Medicina Tradizionale Cinese purifica il Calore ed aiuta il Fegato, grande protagonista della primavera. Scoprite qualche informazione in più in questo bellissimo articolo di Karin Wallnoefer: https://www.karinwallnoefer.com/it/die-zitrone/.
  5. L’aggiunta di qualche foglia di menta fresca rinforza l’azione di purificazione del Fegato ed aiuta anche nei casi in cui ci siano irritazioni degli occhi e della gola, assai comuni in questo periodo di fioriture ed allergie.

Ora bando alle ciance e passiamo dalla teoria alla pratica. Procuratevi una bella scorta di limoni (meglio se BIO) e provate voi i stessi i benefici di questo primo rituale del mattino che se praticato con costanza diventa un’abitudine irrinunciabile. Bon jour!

Ingredienti:

  • 1 bicchiere di acqua tiepida;
  • succo di mezzo limone;
  • qualche foglia di menta (facoltativa).

20160323-_DSC0143